Il consorzio del progetto EwasteR coopererà attivamente per un periodo di tre anni attraverso i seguenti work plan relativi alle attività progettuali ed ai prodotti.

ofjh8e0
Lo scopo di questo pacchetto di lavoro è quello di assicurare il successo del progetto attraverso un appropriato coordinamento dell’attività organizzativa, tecnica, metodologica e finanziaria. Questa fase è guidata dal partner coordinatore e accompagna l’intero progetto. Tutti i partner contribuiranno ai lavori. 
  • Project Management Plan (PMP) – il partenariato sviluppa un insieme di modelli e moduli per gestire in modo appropriato il piano di lavoro operativo e le attività tecniche, amministrative e finanziarie.
  • Progress Report Forms for Activities and Expenditures – I partner si avvalgono degli Official management forms, contenuti nel PMP, per annotare i progressi delle attività progettuali e gli obiettivi raggiunti.
  • Internal Communication and Cooperation Plan – Una descrizione delle strategie e degli strumenti idonei ad assicurare un continuo scambio di informazioni tra i partner.
  • Transnational and On-Line Partnership Meetings – I partner si riuniscono periodicamente - sia dal vivo che online -  per discutere del progetto e condividere in modo più diretto le opinioni sulle attività progettuali. I meeting rappresentano anche un’opportunità per sviluppare pubbliche relazioni e creare network.
  • A.R.R.T  Team (Augment Recycling and Reuse Techniques)  – Sono gruppi di lavoro formati da membri della Sector Skills Alliance per ogni Organizzazione partner, con lo scopo di fornire assistenza all’intero Consorzio attraverso le attività progettuali e i WP, soprattutto il WP4 – WP5 – WP6 – WP7 e WP8.
  • Mid-Term External Evaluation Report – è redatto da un esperto valutatore esterno ed ha lo scopo di valutare e monitorare le attività progettuali ed i risultati conseguiti dopo 18 mesi. Coadiuva i partner attraverso commenti pertinenti e suggerisce azioni su come potenziare le strategie e le attività fino al termine del progetto.
Lo scopo di questo pacchetto di lavoro è assicurare la qualità di tutti i compiti svolti durante il progetto.
  • The Quality Assurance PlanIl QAP prevede procedure, strumenti e modelli per il monitoraggio e la valutazione delle performance e delle attività progettuali.
  • Project Monitoring ReportsTra i modelli ed i templates da fornire:
  • Questionari sulla soddisfazione dei clienti e moduli per i commenti (per partner, esperti, stakeholders, target groups, partecipanti agli eventi, etc....);
  • Modelli specifici per il monitoraggio e la valutazione delle attività progettuali, i prodotti e i risultati conseguiti.
La disseminazione costituirà una delle azioni più importanti del progetto per promuovere obiettivi, strategie, attività e risultati tra gli stakeholders e i target groups in tutta Europa e per tutta la durata del progetto.
  • Dissemination and Promotion Plan I partner sviluppano un piano dettagliato per organizzare e rendere effettive la promozione e la diffusione delle attività. Questo piano comprende la descrizione di tutti gli strumenti utilizzati per promuovere le attività progettuali e dei risultati.
  • Web Site and Web Areail sito web del progetto ed i social media possono essere considerati il canale principale attraverso cui diffondere i risultati del progetto nel modo più ampio possibile, in tutta Europa, e parallelamente per operare come depositario del progetto.
  • Promotion Workshopsono eventi per la promozione delle attività progettuali e la diffusione dei risultati. Ogni partner li organizza mettendo in evidenza specifiche questioni relative al progetto, coerentemente con il contesto nazionale e con il diretto coinvolgimento di target groups e stakeholder.
  • E-Brochure Le tre brochure del progetto fungono da strumento base per la promozione e la diffusione del progetto stesso. Sintetizzano i diversi stadi delle attività progettuali e le varie fasi, descrivendo i fondamenti logici e il contesto, gli scopi e gli obiettivi. Sono realizzati in formato elettronico.
  • On Line or Printed Press ReleasesI tre comunicati stampa servono a rafforzare tappe specifiche nel corso delle attività di diffusione e promozione a livello locale, nazionale ed Europeo.
  • International E-SeminarA conclusione del progetto, i partner inglesi organizzano un seminario per la diffusione e la sensibilizzazione, on line ed in presenza, per la promozione del curriculum di EwasteR nell’ambito del WEEE e per garantire un’attuazione efficiente ed efficace delle strategie di EwasteR, coinvolgendo i partner del progetto, gli stakeholder e i target groups in tutta Europa.
  • Newsletters - Le Quattro Newsletter rafforzano la promozione dei temi principali sviluppati e raggiunti dal Consorzio durante le diverse fasi del progetto.
Questo WP è propedeutico allo sviluppo del nuovo Curriculum di EwasteR, ma può anche essere considerato come un lavoro in corso da arricchire con ulteriori dati e risultati (degli stakeholder/target groups) raccolti durante il Progetto nel settore della gestione del riciclo e del riutilizzo dell’E-Waste.
  • EwasteR Report I partner analizzano e descrivono I principali percorsi VET sul NQF-RQF degli stati membri attraverso il settore del riciclaggio e del riutilizzo dell’E-Waste.
Attraverso questo WP, i partner sviluppano contenuti e metodologie attinenti alle attività di formazione pilota che stanno portando a termine – raccolta di informazioni e dati da tirocinanti, studenti, insegnanti e formatori coinvolti nei programmi.
  • EwasteR Curriculum I partner definiscono unità di risultati di apprendimento che riguardano il legame tra la fase di produzione e quella di smaltimento e che comprendono la gestione dell’intero processo di riciclaggio e riutilizzo dell’ E-Waste.
  • VET learners pilot packageCoadiuvano gli studenti prima che inizino a frequentare i corsi delle edizioni pilota, fornendo informazioni sull’organizzazione dei programmi VET da portare a termine e la valutazione delle loro esperienze attraverso il sistema ECVET.
  • Training PlanDefinisce I contenuti formativi e le strategie per la distribuzione delle esperienze pilota attraverso 160 ore in ogni Paese partecipante.
Questo WP definisce le strategie ed i contenuti delle edizioni pilota, con riferimento alle unità relative all’area Management del Curriculum (livello EQF 5)
  • Pilot Training Edition (Management Area)In ogni Paese, i partner erogano 108 ore per ciascun discente sugli aspetti gestionali del nuovo profilo professionale, sperimentando un approccio educativo blended e metodologie educative innovative
Questo WP definisce le strategie ed i contenuti delle edizioni pilota in riferimento alle unità dell’area tecnico-professionale del curriculum (livello 5 EQF)
  • Pilot Training Edition (Technical-Vocational Area) In ogni Paese, i partner erogano 52 ore per ciascun discente sugli aspetti tecnici ed attinenti al VET del nuovo profilo professionale, sperimentando un approccio educativo blended e metodologie innovative basate sul lavoro.
Lo scopo di questo WP  è di definire metodologie e strumenti comuni per attuare il processo di riconoscimento e di convalida dei risultati dell’apprendimento e delle esperienze dopo le edizioni pilota nazionali.
  • HandbookI partner descrivono le strategie ed i contenuti che servono a sostenere attività di apprendimento continue, la mobilità dei learners europei e la flessibilità dei percorsi educativi per ottenere qualifiche professionali. I principali contenuti e le linee guida dell’Handbook sono utili nel caso di altre attività VET, per definire una qualifica professionale basata sui crediti ECVET.
  • VET Learners Pilot PackageQuesto è un set di strumenti da fornire ai discenti dopo le esperienze formative pilota tenutesi in ogni Paese, per facilitare il processo di riconoscimento e convalida dei risultati d’apprendimento.
  • Final External Evaluation Reportun valutatore esterno valuta le attività progettuali ed i risultati, unitamente alle performance dei partner, anche per indicare in modo più obiettivo l’efficacia del progetto stesso.
  • Innovation Team (IT)gruppi di lavoro composti da membri della Sector Skill Alliance per ogni organizzazione partner, con lo scopo di coadiuvare l’intero consorzio nel promuovere una cultura orientata all’ECVET; nell’introdurre prassi in ogni repertorio nazionale/regionale delle qualifiche; nel facilitare pratiche di valutazione e riconoscimento più trasparenti nei percorsi formali e non formali; nell’adottare il Curriculum nel sistema VET nazionale.
Lo scopo di questo WP è di garantire l’integrazione e la moltiplicazione dei risultati del progetto e di assicurare l’impatto dei metodi, degli strumenti e delle buone pratiche e politiche nel settore del riciclaggio e del riutilizzo dell’E-Waste.
  • Exploitation PlanIl documento fornisce strategie e linee guida per la valorizzazione dei risultati del progetto garantendo visibilità, accesso e favorendo buone pratiche.
  • European Development Plan for EnterprisesI partner a livello nazionale definiscono uno strumento operativo per facilitare la relazione tra lavoratori, aspiranti imprenditori e settore delle imprese, nell’ambito del riciclaggio e del riutilizzo dell’E-Waste, rafforzano la mobilità dei discenti VET in tutta Europa e migliorano le opportunità di impiego.
  • EwasteR Strategic Networking Groups Gruppi di lavoro formati da membri degli enti esterni della Sector Skills Alliance, istituiti in ciascun Paese, e che includono i nuovi profili E-Waste. Questi gruppi prendono parte attivamente alla fase di disseminazione e sfruttamento, raccogliendo pareri e suggerimenti circa il profilo del programma, gli approcci educativi ed i metodi per il successivo sviluppo di ogni abilità acquisita trasferibile, in tutta Europa.
  • Erasmus for Young EntrepreneursAlcuni partecipanti alle edizioni pilota, in ogni paese, hanno fatto domanda per il programma, per rafforzare la mobilità di aspiranti imprenditori nel settore del riciclaggio e riutilizzo dell’E-Waste in Europa.
  • EwasteR National Web ConferenceA conclusione del progetto, i partner prepareranno una web conference nazionale che coinvolgerà, attraverso i canali web, gli stakeholder pubblici e privati (vet regulatory) per promuovere i risultati del progetto ed assicurare che questi possano perdurare in un contesto VET ed in una comunità imprenditoriale efficace.